Articoli router

Pubblicato il 6 novembre 2012 | di Marco Bianchi

0

Potenziate il router con un firmware open source

Il numero di dispositivi collegati in case e uffici continua a crescere e i limiti di molti router a banda larga di qualità consumer si fanno sempre più evidenti. Quando un router a banda larga deve destreggiarsi tra più dispositivi collegati contemporaneamente, possono accadere cose spiacevoli. Per molti router, il carico che i dispositivi collegati devono sopportare è eccessivo, con conseguente connessione instabile o scarso rendimento. Una soluzione può essere un aggiornamento drastico con un firmware open source in grado d’incrementare le prestazioni e di migliorare la stabilità di molti router, aggiungendo anche molte nuove funzionalità.

La ricerca del firmware Trovare un firmware open source per un router a banda larga non è difficile, ma il processo varia da un router a un altro. Se   decidete di provare un firmware open source, raccomandiamo vivamente di eseguire tutte le possibili ricerche e di raccogliere tutti i file necessari per completare l’operazione prima di applicare anche una sola modifica; del buon lavoro di preparazione contribuisce a garantire un’installazione corretta. Il primo passo è sapere se il firmware che s’intende installare supporta il proprio modello di router. Noi abbiamo usato l’ottimo firmware open source DD-WRT, ma sono disponibili anche altre soluzioni di uguale valore, come ad esempio Tomato. Molti siti web sono dedicati al firmware open source, ed è opportuno consultarne alcuni per assicurarsi che gli utenti abbiano avuto delle buone esperienze. Se tutte le verifiche danno esito positivo, cercate il modello del vostro router sul wiki del sito DDWRT e scaricate tutti i file essenziali per il completamento delle modifiche che dovrete eseguire. È probabile che sia necessario scaricare un paio di file del firmware: una prima versione “mini” che permette d’installare le funzionalità base, e una finale, con la versione completa. Per il nostro router Asus RT-N16, abbiamo bisogno di entrambi i file, mini e full. L’installazione del firmware di un router non è un processo univoco. Con alcuni modelli è sufficiente un’istallazione, altri richiedono procedure in più fasi. Leggete tutte le informazioni rilevanti per il vostro router nel wiki DDWRT e nel forum e imparate le necessarie procedure di recupero qualora vi fossero dei problemi. Infine, utilizzate una connessione cablata Ethernet, non eseguite le modifiche tramite collegamento wireless.

Installare il firmware Ora seguiamo il processo d’installazione del firmware open source DD-WRT su un router Asus RT-N16 wireless N300 gigabit. I passaggi  probabilmente non corrisponderanno esattamente a quelli del vostro router, ma di solito si deve passare per il reset delle regolazioni di fabbrica, per l’installazione del firmware DD-WRT mini, per un nuovo reset del router, per terminare l’operazione installando la versione definitiva del DD-WRT.

1. Azzerate la NVRAM e ripristinate le impostazioni predefinite. Una volta scaricati i file del firmware necessari, dovete cancellare la NVRAM del router (dove sono memorizzate le regolazioni “non di fabbrica”) e ripristinare le impostazioni di default. Ciò minimizza la probabilità di avere problemi durante la fase iniziale d’installazione. Per eseguire un reset hardware (invece di selezionare l’opzione per ripristinare le impostazioni di fabbrica dal menu Amministrazione dell’interfaccia grafica web del router), tenete premuto per qualche secondo il pulsante di reset sul retro del dispositivo e attendete che la spia di alimentazione del router inizi a lampeggiare, quindi rilasciate il pulsante e lasciate riavviare del router.


SPESSO SI DEVE
installare prima una versione mini del nuovo firmware.

2. Caricate il firmware mini. Dopo il riavvio del router, aprite una finestra del browser e accedete all’interfaccia grafica web del router. Alcuni router, la prima volta che si apre una finestra del browser dopo il ripristino delle impostazioni di fabbrica, avviano automaticamente una procedura guidata di configurazione. Altri richiedono di digitare l’indirizzo IP appropriato (di solito è 192.168.1.1 o 192.168.0.1) in un browser. Fate quello che è necessario per questo passaggio (le informazioni dovrebbero essere disponibili nel manuale del router o sul sito del produttore). L’RT-N16 avvia automaticamente una procedura guidata di configurazione; si è aperta una finestra del browser e abbiamo completato alcuni prerequisiti (ad esempio l’impostazione di una password e di una connessione Wi-Fi). In questa schermata abbiamo cliccato sul collegamento Amministrazione nel menu principale, seguito dalla scheda Aggiornamento firmware nell’area superiore della schermata successiva. Nella schermata Aggiornamento firmware, abbiamo cliccato sul pulsante Sfoglia, abbiamo selezionato il file mini del firmware DD-WRT per l’RT-N16 e abbiamo cliccato sul pulsante Carica per avviare l’aggiornamento. Dopo l’installazione della versione mini, dovete lasciare che il router si riavvii per poi arrivare allo stato d’inattività/utilizzabile. Siate pazienti. Saprete che il router è inattivo quando tutte le luci smettono di lampeggiare e il PC ha un indirizzo IP. ll processo richiede di solito alcuni minuti. Quando il router è pronto, spegnetelo, attendete qualche istante, riaccendetelo tenendo premuto il suo pulsante di reset per qualche secondo per cancellare la sua NVRAM e ripristinate di nuovo le impostazioni di fabbrica.


IL PANNELLO DI CONTROLLO DD-WRT etichetta chiaramente le schede disponibili e opzioni di configurazione.

3. Aggiornate la versione del firmware. Quando il router è di nuovo pronto, dovete accedere ancora all’interfaccia grafica web del router. Dopo che il DD-WRT è stato installato sul dispositivo, per accedere alla sua interfaccia web dovete digitare 192.168.1.1 nel campo degli indirizzi del browser. La prima volta, è chiesto d’impostare un nome utente e una password. Scegliete qualcosa che potrete facilmente memorizzare perché questi dati vi saranno richiesti, registrate i dati da qualche parte per non rischiare pericolose amnesie. Scelti nome utente e password avete l’accesso all’interfaccia grafica web del DD-WRT. Ora dovete installare la versione finale e completa del firmware. Cliccate sulla scheda Amministrazione nell’area in alto dell’interfaccia web e selezionate la scheda Aggiornamento del firmware. Nel menu di aggiornamento del firmware, selezionate Ripristina le impostazioni predefinite e nel menu a tendina cliccate su Sfoglia per trovare il firmware definitivo. Selezionate il file, cliccate sul pulsante Aggiorna in basso e lasciate che il processo di aggiornamento faccia il suo corso. Questa operazione richiede di solito pochi minuti, dopo di che il router si riavvia. Quando è pronto accedete di nuovo alla sua interfaccia web (digitando 192.168.1.1 nel browser). Dovrete reinserire le credenziali. Ora configurate il wireless e le impostazioni di sicurezza, e qualsiasi altro requisito sia richiesto dal vostro fornitore di servizi internet. Se non vi dovesse piacere il firmware open source, potete sempre tornare alla versione del produttore del router, ma dubitiamo che vogliate farlo.

Tags: , ,




I commenti sono chiusi

Torna in cima ↑

Wake they avana orders phone Medicine Medicine Accutane side effects application Regional Acyclovir cod baby Medicine http://cpnb.nl/gp/dapoxetine/ used emergency buy online Clomid counter glands buy Cipro online from india found Florida Xenical orders cod Physical Medicine Buy Albendazole in canada your Utah Online Amitriptyline pharmacy help me buy cytotec